Luigi Violano – MISERERE! – poesia

Lascia un commento
Share

Miserere

 
Io  posso perdermi tra i tuoi pensieri,
scrivere l’anima sui tuoi respiri.
Voglio capire ancora cosa dici,
voglio godere ancora di quei baci
che la notte, sulle sue ali,
fa volare da me a te.
Dimmi, perché cambi l’umore così in fretta?
Forse sei proprio l’altra parte di me
Che si dipana tra sistoli e diastoli,
lividi, aritmie e necrosi dell’anima.
Io sono verso sciolto lì,
scritto sulla tua carne,
cellula staminale per salvare il tuo cuore
dall’ombra di chi attenta alla tua vita.
Aspetto la tua anima purgante
Che si avvicina a me fino a baciarmi
dritto sulla fronte,
fino ad alzarsi in volo verso Dio,
così tanto buono e grande.
Non sai, per questo inferno
che arde nella carne,
quali e quante amare pene
nascondo in petto.
Sai quante volte, come Nazareno,
vengo percosso in croce con la canna?
Vorrei che il cuor gentil di cui sei fatta
mi desse un po’ d’aceto sulla spugna
quando ho sete,
cosicché in me si compia divina volontà
del Salvatore che non mi volle uomo consacrato
ma pellegrino, in laica veste,
tra le meraviglie del creato.
Posco, reposco e flagito a quel fato:
perché ti ha messa sopra la mia via?
Forse perché così tanto delicato
Era il mio dialogare con la Musa?
O forse voleva, per tuo mezzo,
saziar d’amor mia trepidante attesa?
Ti chiedo miserere se m’ascolti
così come pietoso è stato il Cielo,
quando, alla tua bellezza ed al tuo candore,
tolse, d’un tratto, il misterioso velo.
Cogito ergo sum ma il mio pensiero
e l’esser mio per intero,
volgo a desiderare la tua cara vicinanza.
Se del tuo cuore aprissi un po’ la stanza,
ti parlerei ancor più chiaramente,
direi che ogni pensiero è ballerino se
canto il nome tuo tra l’altra gente.
Tutto il creato non sarebbe nulla
se non ci fosse lo sguardo tuo lucente
perché la gioia che dai a questa vita
è pari a quella che nel ciel m’attende.
 

di Luigi Violano

Ho usato la poesia per dichiarare la mia diversità chiedendo alla società di essere accogliente nei miei confronti.

 

Luigi Violano – MISERERE! – poesia ultima modifica: 2013-06-21T18:42:00+00:00 da Mariomin

Lascia un commento